Una Tisana con … Domenico Faniello

Ciao,

un autore che ama molto il suo territorio,  la poesia e tutto quello che riguarda la cultura.

Buona Lettura 🙂

https://mcbuoso.wordpress.com/2019/09/23/segnalazione-i-racconti-della-sera-di-domenico-faniello/

DOMANDE

1 – Per iniziare dimmi dove preferisci che ci sediamo per chiacchierare con la nostra tazza di tisana e perché hai scelto questo luogo.

Buon pomeriggio a tutti. Siamo in riva al mare, in una bellissima giornata di inizio primavera, seduti su di un tronco trasportato dal mare e rimasto adagiato sulla spiaggia. E’ un luogo magico, lontano dal caos delle città o delle affollate spiagge del mese di agosto, un luogo che e’ stato modellato dal mare, dal vento dei mesi invernali e che ora, ad inizio primavera, trasmette quella serenità e quel senso di fiducia che solo la leggera brezza marina riesce a trasmetterti, accarezzandoti il viso. (mi piace …. Che bello 🙂 )

Photo by Lisa Fotios on Pexels.com

2 – Che tisana hai scelto e perché proprio questa?

Ho scelto una tisana allo zenzero ed alla rosa canina, un mix  di sapori unici, una tisana ricca di vitamina C  ed utile per il nostro sistema immunitario. E’ la tisana che rappresenta il mio di interpretare la Cultura. La cultura e’condivisione, non esiste io sono ma noi siamo, perché solo attraverso la condivisione si può sperare in una crescita professionale e personale. (un pensiero molto bello 🙂 )

3 – Se dovessi venire in camera tua, che libri troverei sul tuo comodino?

Nella mia camera troveresti tante raccolte antologiche di poesie, frutto delle mie partecipazioni a tanti premi letterari italiani, troveresti i miei libri ed un paio di libri che sto leggendo in questo periodo. Non troverai mai tanti libri perché dopo averli letti, li dono alla biblioteca dell’I.C. Bramante n. 6 di Matera per essere a disposizioni degli studenti. (mi piace come iniziativa, complimenti :), in particolar cosa stai leggendo oggi?)

Oggi sto leggendo una raccolta poetica , Battiti Colorati,  di un poeta amico, Antonio Fasulo.

4 – E nella tua borsa?

Non ho una borsa. Però ci metterei dei libri sulla prossima città che vorrei visitare. (e quale città vorresti visitare?)  Vorrei visitare Venezia, una città unica, ricca di fascino e di storia.

5 – Preferisci leggere in cartaceo o E-book?

Preferisco il cartaceo perché adoro il profumo dei libri però a volte leggo anche  E-book, soprattutto in questo periodo particolare che tutti stiamo vivendo.

6 –  Hai mai letto i fumetti? Se si, quali? Ne hai uno che ti è rimasto nella memoria?

Ho sempre letto  Topolino, Paperino. Ho 46 anni e sono cresciuto leggendo i fumetti. I fumetti sono stati molto importanti per tutti i ragazzi perché attraverso la lettura e le immagini si ricevono messaggi importanti per la vita quotidiana. (e poi sono così belli da leggere J)

7 –  Ti piace andare al cinema, a teatro? Cosa preferisci vedere? Quale è l’ultimo film che hai visto? Ti è piaciuto? E a teatro?

Il teatro l’ho riscoperto in questo periodo ed attualmente sto seguendo, tramite zoom, una bellissima iniziativa del  Nuovo Teatro Gassman di Civitavecchia intitolata La grande prova. In questo modo riesco a seguire le prove degli attori e come si evolve la preparazione di un atto per arrivare al prodotto finale. (come funziona, hai il link?) Basta andare su https://www.produzionidalbasso.com/project/la-lunga-prova1/  e sottoscrivere un abbonamento. Dopo la sottoscrizione si riceverà un link zoom ed un password per assistere alle prove ed interagire con gli attori ed il regista. (grazie per informazione)

 Per il cinema, avendo un figlio di 12 anni, le nostre scelte sono orientate ai film comici, ai film di famiglia. Ormai e’ un anno che non vado al cinema, causa pandemia. Spero di poterci ritornare presto.

8 –  La TV la guardi? Cosa? Ci sono serie TV che segui? Una serie TV che hai visto quando eri più giovane e che ti è rimasta nel cuore.

Mi resta pochissimo tempo per la Tv. Però seguo con piacere Striscia la notizia, Amici di Maria, programmi di promozione dei territori come mela verde, geo e geo ; seguo i prodotti che vanno in onda quando non lavoro. Per la serie Tv , certamente, ho visto Happy Days, i ragazzi della III C ; serie Tv che hanno caratterizzato ed influenzato una intera generazione. (più che serie sono i programmi sulla natura che ti interessano, giusto?)  Programmi della natura e che promuovono il territorio.

9 –Domanda classica, quando hai iniziato a scrivere e perché.

E’ un desiderio che ho avuto da piccolo ed ho ancora i miei primi quaderni con le poesie che scrivevo, che non ho mai pubblicato e che non pubblicherò mai perché rappresentano una parte della mia vita di adolescente. Poi ho iniziato a lavorare, ho costruito e realizzato una famiglia e così tanti sogni e desideri della mia vita. Un giorno, riaprendo una cassetto della mia scrivania, a casa dei miei, ho ritrovato un vecchio quaderno con tanti appunti e con una frase iniziale … Io scriverò perché voglio condividere le mie emozioni, voglio coinvolgere la gente nella lettura e voglio avvicinare le persone alla Poesia ed al suo mondo. Ho deciso di ritornare a scrivere a marzo 2018 ed ho iniziato a partecipare a tanti premi letterari. Sono arrivati i primi riconoscimenti, le prime cerimonie di premiazione e le tante conoscenze che ho potuto effettuare. Il mondo della Cultura e’ un mondo che offre tante opportunità per chi decide di condividere le proprie passioni.  (posso chiederti che lavoro fai?)  Io sono il ragioniere di un azienda che commercializza prodotti legati al mondo acquedotti stico.

10 -Come mai hai scelto questo genere di scrittura?

E’ bello riuscire a trasmettere una emozione oppure una morale nascosta tra le righe di una poesia o di un racconto per ragazzi. Il mio obiettivo e’ quello di trasmettere un messaggio attraverso un linguaggio semplice.  Per fare un esempio, di seguito, riporto la sinossi del mio libro di racconti intitolato I Racconti della Sera .

La velocità, la rapidità, la capacità di scambiare foto, di inviare saluti e di vivere connessi in rete, rappresentano le basi dello sviluppo tecnologico dell’era moderna. Un’epoca caratterizzata dai grandi successi in tutti i campi, che hanno migliorato il lavoro dell’uomo, ha aumentato la speranza di vita degli esseri umani, hanno ridotto i tempi di spostamento. Si potrebbe stilare una lista lunghissima di miglioramenti, un elenco infinito. Il prezzo? Più social meno rapporti sociali, più giochi virtuali meno attività fisica, più uso di strumenti elettronici meno utilizzo delle proprie capacità, minor sforzo per cercare di raggiungere i propri obiettivi.

Il narratore della sera è un personaggio moderno che desidera ascoltare e farsi ascoltare; ritorna alle sue origini, interpretando la figura del nonno che soleva riunire intorno al camino i suoi nipotini per raccontare delle storie vere, di vita vissuta e ricca di esperienza. Amava utilizzare un linguaggio semplice, un linguaggio parlato, di uso comune, per arrivare direttamente alle menti e ai cuori dei suoi ascoltatori.

Non  una riproposta del passato, ma una continuazione in chiave moderna.

11) Sei nato a Matera e ne sei orgoglioso. Se dovessi descriverla ad uno straniero che non  la conosce come la presenteresti? (se hai una foto…)

Sono nato a Matera e sono cresciuto a Borgo La Martella, un piccolo borgo alla periferia di Matera, nato negli anni cinquanta per ospitare i vecchi abitanti dei Sassi di Matera, luogo divenuto Vergogna Nazionale ed oggi, grazie alle sue meraviglie, Patrimonio Unesco dell’Umanità e Capitale Europea della Cultura del 2019. I Sassi son un luogo magico , da vivere tra i vicoli ed i cortili, tra le mille chiese rupestri , tra le mille grotte e tra i mille vicoli della Matera Sotterranea, una città sotto la città, un luogo magico. Per meglio descriverla, utilizzerò la foto di una mia amica poeta, Angela Uricchio, che ha partecipato al mio evento fotografico culturale Tra i Vicoli del Paese,  una foto panoramica dalla Murgia. Inserisco anche una mia poesia dedicata alla mia città

Gli Antichi rioni

Vestita di bianco, nel tufo scavata,

rinascono profumi di un’epoca dimenticata,

un tempo, vergogna del territorio nazionale,

oggi, fulcro di ogni evento culturale.

Scendendo dalla Civita verso gli antichi rioni,

camminando sui tetti di antiche abitazioni,

su antichi terrazzi spuntano i fumaioli,

 profumi di legna e di antichi sapori.

Profumi di una cucina povera, quella contadina,

tra antichi “ Ciddar” sulle pareti della Gravina,

si accendono le luci al dolce calare,

presepe vivente da decantare.

Magia che incanta ogni visitatore,

motivo d’orgoglio di un’intera regione,

 rinascita culturale delle antiche tradizioni,

 ritorna la vita negli antichi rioni.

fonte, autore

12) Hai pubblicato sia da solo che in coppia con altri autori … come sono state queste esperienze?

E’ stato molto bello condividere la pubblicazione con altri autori. Ho avuto la possibilità di conoscere altre persone ed altri modi di scrittura. Nella vita e’ necessario confrontarsi per crescere e c’e’ sempre qualcosa da imparare da ogni singolo incontro.  Le pubblicazione da solo sono state una grande sfida perché prima della bozza definitiva ci sono stati tanti passaggi, tanti cambiamenti, tante riunioni con la Casa editrice per poter parlare delle proposte di modifica e dei vari suggerimenti. E’ un grandissimo percorso di crescita però, considerando che io svolgo un lavoro come contabile che mi impegna tutto il giorno ed ho tante rubriche culturali, manca sempre il tempo per poter terminare in breve tempo un lavoro ed i tempi, necessariamente, si allungano. Io ho fatto delle scelte ed ho  una scala di priorità …. Famiglia, lavoro, impegni sociali presi, rubriche, attività poetica in concorsi letterari, giurato in eventi poetici, etc…. Bisogna trovare il giusto equilibrio per cercare di mantenere al top gli impegni presi. (ti capisco 😦 )

13 ) Hai 3 rubriche in FB,  ti andrebbe di parlane e di raccontarci come sono nate e quando?

L’evento poetico del mese e’ un evento gratuito, online e mensile che vede la partecipazione di tanti poeti con poesie edite e/o inedite ed a tema libero. L’evento, nato a maggio 2020, dura 15 giorni ogni mese  e prevede il giudizio da parte di 4 giurati, scelti personalmente da me , tra il mondo delle associazioni culturali, dei premi letterari e tra le personalità poetiche del web. Dopo un attenta valutazione delle opere  ci sono due dirette in streamyard in onda il lunedì alle ore 21.00 con la rubrica La casa del Menestrello. La prima diretta, insieme ai giurati, prevede la proclamazione dei vincitori con le relative motivazioni e letture delle poesie da parte dei giurati. La seconda diretta, insieme ai vincitori dell’evento poetico del mese, prevede la presentazione dei poeti, la lettura di un paio di poesie e la discussione sulla Poesia. (Se qualcuno volesse partecipare cosa deve fare?) Potete seguire le mie attivita’ nel mio gruppo facebook La casa del menestrello. Ecco il link https://www.facebook.com/groups/1009671259556643

L’evento fotografico culturale Tra i vicoli del Paese e’ una sfida like tra due foto di due paesi italiani e prevede un doppio concorso. Il vincitore like della sfida che si svolge nel week end , passa al turno successivo per un nuovo scontro like. La foto che ottiene più like nel mese di riferimento della sfida riceve il titolo di paese del mese ed ottiene il diritto ad essere il protagonista di una diretta streamyard dell’altra mia rubrica In viaggio con il menestrello. (bella come idea, come si deve partecipare?)  Segui il link https://www.facebook.com/groups/1009671259556643

In viaggio con il Menestrello e’ stata la vera rivelazione delle rubriche con un grandissimo successo di persone collegate in diretta, con un numero elevato di visualizzazioni e tantissimi articoli di giornali e testate giornalistiche. In viaggio con il menestrello offre la possibilità di conoscere una città attraverso le video poesie, l’arte, la cucina, la musica ed i tanti ospiti collegati in diretta streamyard. Al momento abbiamo organizzato una diretta da Matera, L’Aquila, Ferrandina , Brescia, La poesia in vernacolo nei comuni lucani, Spotorno , Arcola, Roma . Il viaggio continuerà e cercheremo di coinvolgere tante associazioni . ( 🙂 )

14) Tra queste, quale ti ha sorpreso di più e se c’è stato un autore che ti ha colpito in modo particolare e perché.

Ogni diretta e’ un mondo diverso ed e’ bello vedere come tutti si mettono in gioco per raggiungere l obiettivo principale che e’ quello della condivisione. Oggi, più che mai, c’e’ la necessità di conoscere e di evadere , seppur solo con la mente, dalle problematiche del momento. Inoltre, In viaggio con il Menestrello ospita anche luoghi sconosciuti al grande circuito turistico internazionale . Non dimentichiamoci di una cosa importantissima. L’Italia e’ un museo a cielo aperto e ci sono angoli e tesori nascosti che devono essere scoperti e rivalutati. Il mio piccolo contributo e’ dare la possibilità a chi non può spostarsi, di vivere queste emozioni attraverso i sapori autentici delle persone del luogo che rappresentano il vero patrimonio culturale del nostro paese.

15)I tuoi famigliari cosa pensano della tua scrittura e di questa attività nelle rubriche?

I miei famigliari sono molto orgogliosi di me e del mio operato. Cerco sempre di suddividere il tempo che ho senza mai trascurare i miei affetti. Certamente, in questo periodo di coprifuoco e di limitazione degli spostamenti, riesco a trovare il giusto equilibrio. Non appena torneremo in possesso della nostra vita dovremo dedicarci molto di più a tutti gli altri affetti. Ho due nipotine che sono nate a luglio 2020 e le ho viste due volte. Ci sono tantissimi appuntamenti che sono stati rinviati come battesimi, prime comunioni, cresime, matrimoni e compleanni.  Ci sono anche tanti appuntamenti letterari che sono stati “ congelati” come le presentazioni dal vivo, i reading poetici e le cerimonie di premiazione di tanti premi letterari. Per me sarà più complicato di ora . (lo so 🙂 )

16) Chi è stato il tuo primo lettore?

I miei primi lettori sono stati mio figlio Mattia e mia moglie Tiziana. A loro ho dedicato il mio libro. Ecco la dedica del mio libro “ Essenze Lucane “ L’amor e le tradizioni

17) Torniamo alla tua terra,  la Lucania,  la ami molto, perché?

La mia terra e’ un luogo magico , ricco di storia , di cultura e di tradizioni. Nel raggio di pochi chilometri si passa dal mare, alla collina, alla montagna , alle città storiche . C e’ tanto da vedere e da scoprire.  Mi piace accompagnarvi con i miei versi

Appennino Lucano

Ruscelli festosi discendono dalla montagna,

fontane danzanti inebriano l’aria della campagna;

scie argentate in mezzo agli alberelli,

rinfrescano i prati, tra balzi e saltelli.

I verdi prati, si tingono di mille colori,

giunge Primavera con la stagione degli amori;

bellezza risplende alla luce del mattino,

illumina le meraviglie del nostro Appennino.

Paesaggi selvaggi e scenari incantati,

ridonano gloria a paesi dimenticati,

tra antichi mestieri e vecchie tradizioni,

rinascono territori, grazie alle innovazioni.

Si odono turisti, amanti della natura,

tra rocce, sospesi, in cerca di avventura,

tra un volo dell’angelo e il ponte tibetano,

rinascono i borghi dell’Appennino Lucano.

18 ) Cosa ti piacerebbe fare per far conoscere sempre di più la poesia?

Vorrei continuare con le mie attività social perché e’ importante parlare di poesia sul web, facebook e su tutti gli altri canali. La poesia non deve essere di nicchia ma deve essere a disposizione di tutti. (sono d’accordo) Bisogna aiutare le persone ad avvicinarsi a questo mondo senza imporre regole o stereotipi. Ognuno deve vivere le proprie emozioni e deve poterle esprimere con i mezzi che ha a disposizione. Io non mi definisco un Poeta oppure uno scrittore, io sono Il menestrello delle parole che gioca con i versi e crea filastrocche per i bambini, piccoli testi in rima per tutti, piccole storie e fiabe per i bambini (bello 🙂 ). Io sono un grande sognatore  e vorrei poter fare un attività in presenza con i bambini piccoli della scuola dell’infanzia, con i ragazzi delle scuole elementari e poi, magari, cercare di avvicinare il mondo dei ragazzi delle scuole medie, un mondo molto distratto dai giochi tecnologici di questa epoca che ha sostituito libri, riviste e giornali con la play station.

19 )–Hai un genere che preferisci leggere quando ti vuoi rilassare? Un autore che preferisci in particolare op. no.

Da quando ho avuto la possibilità di fare dei salotti letterari durante alcune fiere online, ho scoperto un mondo di autori e poeti emergenti. Mi piace leggere le loro opere, scoprire il loro modo di interagire con il pubblico e soprattutto coinvolgerli in tante mie iniziative.  Alcuni di loro hanno aderito, altri sono rimasti in stand-by e poi si sono uniti ed altri , invece, hanno preso altri percorsi.

20) –Immaginiamo che questa sera ti venisse offerto di andare ad assistere ad un incontro con un autore a scelta può essere vivente o no, in Italia o in qualsiasi parte del mondo, chi vorresti incontrare e perché?

Io vorrei incontrare due persone del passato

Dante Alighieri, padre della lingua italiana, una grande poeta ed un grande scrittore.

Gianni Rodari , un grande personaggio della storia italiana che ha contribuito alla diffusione ed all’ apprendimento della lingua italiana. (poi mi racconterai come è andata 🙂 )

21 – Immaginiamo adesso che potessi invitare qualcuno qui con noi a bere una tazza di tisana, chi inviteresti e perché?

Inviterei Mark Zuckerberg  e resterei ad ascoltarlo in silenzio. E’ un grande ingegnere, un grande divulgatore, un grande inventore ed ha rivoluzionato il modo di essere e di interagire di tante persone.  (interessante come scelta 🙂 )

22 – Immaginiamo di essere ad una festa in costume, quale abito o maschera vorresti indossare e chi vorresti che ti invitasse e che ballo vorresti fare con lui o con lei?

Se devo cercare una maschera della tradizione, sicuramente la mia scelta ricadrebbe su di una maschera del Carnevale di Tricarico, un comune della provincia di Matera con un antica tradizione del carnevale.

Il paese era svegliato, a notte ancora fonda, da un rumore arcaico, di battiti di strumenti cavi di legno, come campane fessurate: un rumore di foresta primitiva che entrava nelle viscere come un richiamo infinitamente remoto; e tutti salivano sul monte uomini e animali. Con queste parole Carlo Levi descriveva il Carnevale di Tricarico nel 1974. (bella 🙂 )

Il Carnevale di Tricarico è caratterizzato dalle maschere delle mucche e dei tori che rievocano l’antica transumanza. In questa festa si avvertono ancora le influenze di antiche civiltà agropastorali del Meridione che si manifestano in maniera spettacolare.

Riti di fertilità, l’avvio di un nuovo ciclo agricolo, il risveglio della natura e la cacciata del vecchio, il legame con il bosco e la transumanza sono tutti temi custoditi in questa festa. Insieme alle tradizioni agropastorali riconosciamo anche le influenze della civiltà cristiana legate soprattutto all’imminente Quaresima.

A Tricarico alcune maschere hanno le sembianze di Vacche o Giovenche, atri di Tori. Le prime sono ricoperte di nastri multicolori (in passato di pelli), i secondi indossano abiti e maschere nere, tutti sono governati da un VaccaroOgni maschera ha un campanaccio, tori e mucche si possono distinguere dal suono e dalla forma di questo.

I campanacci risuonano tutti insieme creando un ritmo confuso e un’atmosfera caotica, i cittadini sentono questi suoni mentre la mandria attraversa il paese. A questa rumorosa carovana si uniscono il Conte e la Contessa, maschere che rappresentano famiglie nobili al seguito del proprio bestiame durante la transumanza  (grazie …. Il nome del paese sai da cosa deriva?)

L’origine del toponimo è controversa e sono state fatte diverse ipotesi:

  • dal greco treis = tre ed akrosakris = vetta, monte, vertice ossia “città dalle tre vette”;
  • dal latino tricaricum da intendersi come “posta su tre colli”.
  • dal greco treis kari kora o treis kariaris da intendersi come “città delle tre grazie” o “città graziosa”;
  • dal latino trigarium (il termine indica il luogo dove si allenavano gli aurighi che montavano la triga, ossia un carro trainato da tre cavalli).

Se invece devo pensare ad una maschera della tradizione italiana, sicuramente resterei fedele al mio personaggio e continuerei ad essere Il menestrello delle parole. Vorrei essere invitato sicuramente da una bellissima dama di corte con una maschera Veneziana . ( 🙂 )

fonte, autore

23 –Ami gli animali?  Ne hai uno?  Vuoi postare una sua foto? Chi comanda, lui o tu?

Vivendo in un borgo ed in una casa coloniale, ho sempre avuto tanti animali. Galline, oche, pappagalli, canarini, pecore, capre, gatti e cani. Da 14 anni vivo in città , in un appartamento e dopo tanto tempo ho deciso di allargare la mia famiglia con l’arrivo di un nuovo componente, la mia piccola Bianca, un Jack Russel.  Bianca ha 8 mesi ed ha un caratterino tipico dei Jack Russel. Pero’ e’ anche molto affettuosa e si presta , molto volentieri, ad essere coccolata. E’ stata una gioia averla con noi ed e’ una di noi. Avere un cane , soprattutto in un appartamento senza giardino , comporta tanti disagi per il cane, però cerchiamo di portala sempre a passeggio e durante il week end la porto in campagna e la lascio libera tra i campi, così può correre senza i pericoli del traffico cittadino. Ha un bellissimo rapporto con mio figlio di 12 anni. L’arrivo del cane, in questo periodo di pandemia, ha riportato il sorriso sul volto di mio figlio e tanta serenità nella nostra casa.

fonte, autore

24 –  Passiamo a parlare dei nonni. Che rapporti hai con loro? Ci sono ancora? Se no, cosa vorresti potergli dire se avessi la possibilità di avere 5 minuti in loro compagnia? Se invece sei fortunato e li hai ancora tutti…dove vorresti portarli in gita e perché?

I miei nonni sono venuti a mancare quando ero piccolo ( a 10 anni ho perso le due nonne e dopo qualche anno anche i nonni ).  Sono stati 4 nonni speciali. Hanno lavorato la terra per tutta la vita ed hanno dovuto fare tanti sacrifici per crescere i propri figli. Ho avuto la fortuna di avere due grandi famiglie. Durante la settimana vivevo ogni giorno con i miei nonni paterni e tutti i miei cugini che ogni giorno venivano da Matera per trascorrere i pomeriggi nel grande giardino. Durante il weekend ci spostavamo di 30 chilometri , da Matera a Grottole, per passare del tempo con i nonni materni e tutti i miei cugini. Sono cresciuto con loro e mi hanno trasmesso tanti valori. Vorrei avere 5 minuti per far conoscere mia moglie e mio figlio anche se credo che loro ci guidano e ci osservano da lassù.  In ogni caso, potendo, li porterei in gita al mare. Non penso siano mai stati al mare e per loro sarebbe stata una giornata diversa. (che bei ricordi 🙂 )

25 – Stessa domanda ma rivolta ai tuoi genitori.

I miei genitori hanno fatto tanti sacrifici . Hanno sempre lavorato la terra e svolto tanti differenti lavori durante i mesi invernali per poter garantire un reddito alla nostra famiglia. Abbiamo sempre coltivato pochi terreni di proprietà e tanti terreni in mezzadria. Mio padre ha sempre avuto le attrezzature agricole necessarie per le coltivazioni dei cereali come il trattore , la mietitrebbia, le seminatrici e sono cresciuto tra i campi di grano. Per loro avrei pensato ad una crociera nel mediterraneo ma non vogliono mai spostarsi dalla loro casa . Preferiscono trascorrere una domenica tutti in compagnia, soprattutto ora che non e’ stato possibile farlo da tanto tempo. (li capisco 🙂 )

26 – Cosa pensi dell’amicizia maschile e al femminile? Hai una amica o amico del cuore?

L’amicizia esiste e può esistere tra persone dello stesso sesso o tra persone di sesso diverso. L’importante e’ avere regole precise e chiare. Mia moglie ripone molta fiducia in me ed io faccio lo stesso con lei. Siamo fuori tutto il giorno e lavoriamo con uomini e donne , gomito a gomito.

27 – Se potessi scegliere un’epoca in cui andare con la macchina del tempo, dove vorresti andare? E perché?

Io vorrei tornare nel periodo del rinascimento. E’ stato un periodo d’oro per tutte le forme di arte. Sarebbe bello vivere insieme ai grandi protagonisti del Rinascimento Italiano . Avrei tante domande da fare. (lo immagino 🙂 )

28 –Quale libro vorresti scrivere domani?

Vorrei scrivere un romanzo con un autore diverso da me . Scrivere un romanzo a quattro mani con chi la pensa diversamente da me sarebbe una grande prova per me . In ogni caso mi documenterei prima di iniziare questa nuova avventura. (in bocca al lupo 🙂 )

29 – Se dovessi fare un regalo ai tuoi lettori,  cosa faresti e perché?

Io vorrei coinvolgerli nella stesura di un testo poetico. Lancerei un tema e chiederei a tutti di inviarmi una parola attinente al tema prescelto ed inizierei a costruire, piano piano un testo poetico insieme a tutti loro. (potresti farlo 🙂 )

30 –  Se domani ti offrissero un viaggio da fare subito,  dove vorresti andare e perché?

Considerando che sono vietati gli spostamenti tra regioni, sarei felice di poter andare in una città vicina, fuori regione. Sarebbe l’inizio di un piccolo cambiamento e di un ritorno verso la normalità. (con  la fantasia puoi andar dove vuoi 🙂 )

31 – In chiusura, cosa pensi di questa nostra chiacchierata e cosa avresti voluto che ti chiedessi?

E’ stata una bella chiacchierata, tante belle domande e spero in tante belle risposte.  Avrei voluto qualche domanda suo ruolo delle associazioni culturali. Ecco la mia risposta. Io sono socio dell’associazione culturale Matera poesia 1995 e durante questo periodo di pandemia ho cercato di sostenere tante piccole associazioni, offrendo visibilità in tutte le mie rubriche. Pensate alle Bande Musicali, alle associazioni teatrali, alle ludoteche ed alle tante associazioni che si occupano di dopo scuola o di attività sportive. Le associazioni sono i custodi delle nostre tradizioni e svolgono, soprattutto nei piccoli comuni, un grande ruolo sociale all’interno dei una comunità. (hai ragione, è stato piacevole anche per me questa chiacchierata)

32 – Se vuoi lasciare il link del tuo libro e copertina, se vuoi aggiungere qualcosa per farti conoscere un  po’ di più, puoi farlo.

Il libro e’ disponibile, insieme ad altri miei libri al seguente indirizzo

https://www.amazon.it/Libri-Domenico-Faniello/s?rh=n%3A411663031%2Cp_27%3ADomenico+Faniello

Voglio ringraziarti per la tua disponibilità e per il tuo grande servizio che offri alla Cultura ed alla collettività. Grazie di cuore. (grazie a te  🙂 )

……………….

Grazie, spero che anche per voi sia stata un incontro piacevole, se vi è rimasta una curiosità o una domanda che avreste voluto che fosse stata fatta… scrivetemela e… magari ci sarà un seguito.

Alla prossima 🙂

MC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: