Roberto Roganti: Morte al volo

PREFAZIONE di Stefano Frigieri

Questa volta il mio amico l’ha fatta davvero grossa! Mi ha lasciato qui ad attenderlo in ansia e con la paura che gli potesse capitare qualcosa! Lui, che non è più un giovincello, si è buttato a corpo morto in questa avventura ai limiti dell’impossibile, con lo stesso vigore e la stessa incoscienza dei suoi vent’anni. Ha deciso che il nostro tempo gli andava stretto e ha colto l’occasione per esplorare nuove epoche e nuove situazioni. Nuovi pericoli, direi io. A me non resta che attenderlo nel nostro tempo; io al sicuro, lui chissà. Mentre scrivo queste parole però, sento improvvisamente dentro di me nascere e crescere un’altra anima, come se i pensieri si raddoppiassero convergendo verso un unico fine.

Io sono Mauro oppure John?

Anche lui ha un amico folle e imprevedibile che viaggia nel tempo alla ricerca di nuove emozioni. Magari si sono incontrati, si stanno vedendo proprio ora mentre penso e scrivo.

Io, John oppure Mauro: in fondo cosa importa Le nostre due vite sono accomunate dallo stesso sentimento di amicizia, ma anche di dipendenza. Uno non potrebbe esistere senza l’altro.
Sherlock: lo ricordo quando lo vidi per la prima volta in quel laboratorio dove mi portò il mio collega Stamford, con uno sguardo febbrile che faceva trasparire un insaziabile bisogno di brivido e avventura; quello stesso sguardo che gli vidi negli occhi durante tutti gli anni in cui abbiamo condiviso gioie e dolori.
Grogghino: un’amicizia lunga come entrambe le nostre vite, accomunati dalla creatività, dalla passione per cibo e, soprattutto, dal desiderio di rivelare arcani misteri, impossibili enigmi, ingarbugliate vicende.
Sherlock e Grogghino: in fondo molto simili, nello spirito e nell’eccentricità.
Mauro e John: stessa pazienza, stesso indistruttibile affetto.

Nella mia testa ci confondiamo, io e John, come se avessimo deciso di attendere insieme, lontani nel tempo ma vicini nello spirito che non conosce la distanza, il ritorno dei nostri amici. E nel frattempo di mettere su carta i nostri pensieri, le nostre ansie. Quando torneranno faremo, come al solito, la nostra parte: racconteremo le loro avventure, ascolteremo i loro racconti, faremo sentire la nostra presenza che so, sappiamo, infonde sicurezza e dona tranquillità. E i lettori, ne sono sicuro, come sempre apprezzeranno.

Mauro Sighicelli (detto Sighi); dott. John H. Watson



Roberto Roganti è nato nel 1957, modenese, ex fisioterapista, ex partita IVA e ora disoccupato felice. Ha cominciato scrivendo recensioni di ristoranti per un sito dedicato alla cucina nel 2007; in corso d’opera ha abbracciato prima la poesia, in lingua e poi in vernacolo, poi la narrativa.

  • Nel 2010 ha partecipato alla II edizione del Premio Provinciale di Poesia Dialettale “La Gratusa d’Or” con riconoscimento d’onore;
  • nel 2011 ha partecipato alla XVII Edizione del Concorso “Tra Secchia e Panaro” e nella sezione Poesia dialettale ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria classificandosi al settimo posto;
  • nel 2016 ha partecipato alla VIII edizione del Concorso Parole e Poesie, piazzando ben due poesie al 4° posto;
  • ha fatto parte di giurie in vari concorsi nazionali;
  • fondatore de I Poetineranti, gruppo che si dedica alla lettura dei propri testi in pubblico, in lingua e in vernacolo;
  • organizza spettacoli musico-poetici in lingua e vernacolo, sospesi per Covid;
  • è uno dei direttori artistici del Festival della Canzone Dialettale Modenese, sospeso per Covid;
  • co-titolare della Collana Editoriale Indipendente Senza Scarpe e amministratore della pagina omonima su facebook: https://www.facebook.com/Collana-Senza-Scarpe-112333710295162;
  • ex speaker web radio;
  • ha creato e gestisce RadioGrog, la radio non radio, pagina face book: https://www.facebook.com/radiogrog/

Attimi…, 2009, poesie; RISTAMPA 2020

Illusionista, 2009, poesie; RISTAMPA 2020

Famiglia, 2010, poesie;

Groggologia, 2010, poesie e racconti;

GnaM Anno 1, 2011, eno-gastro-chiacchiere;

GnaM Anno 2, 2013, eno-gastro-chiacchiere;

Appunti poetici di un fornicatore di anime, 2013, poesie;

Rac…corti in scatola, 2013, racconti;

GnaM Anno 3, 2015, eno-gastro-chiacchere.

Dal seggiolone al liceo in 100 passi, 2016, autobiografico

Morte al Villaggio Giardino, 2018, giallo

Al mê SLANG ed Módna, 2019, poesie in vernacolo

Morte al Lido delle Nazioni, 2019, giallo

Morte al PalaMolza, 2020, giallo

Capsicum, le poesie della sofferenza, 2020, poesie

Morte al volo, 2021, giallo

Suoi racconti e poesie in italiano e vernacolo sono presenti in diverse antologie, curate da lui stesso o come ospite.

https://poetineranti.blogspot.com/

http://www.youtube.com/channel/UC-Skn1vxPNeG39qumJxCtMw

https://hearthis.at/pilastro-qt/

https://www.facebook.com/roberto.roganti.52/

https://hearthis.at/radiogrog/


by Roberto Roganti

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: